C.C. Caltagirone – Anomala Situazione del N.T.P. Locale

Gentile Provveditore,
la scrivente O.S. non ha ben compreso del perché, in assenza del Coordinatore del NTP Locale della Casa Circondariale di Caltagirone, ad oggi non è stata fatta la nomina della figura, al fine di rendere più agevole le attività e le operazioni demandate ad esso.
Sono trascorsi alcuni anni dal momento in cui l’attuale Comandante di Reparto della Casa Circondariale di Caltagirone ha lasciato vuoto l’incarico per assumere quella del comando dell’Istituto, peraltro, abbastanza difficoltoso e impegnativo.
Vero è che l’attuale modello organizzativo e il protocollo sui Nuclei Locali prevedono che dovranno organizzarsi secondo le direttive e le disposizioni impartite dall’U.S.T. ma, così come ben stabilito, hanno una serie di incombenze e responsabilità che dovranno essere gestiste necessariamente in sede locale e dal Coordinatore.
Riconosciamo l’impegno e le capacità all’attuale Comandante di Reparto che ne era Coordinatore del NTP Locale ma, come già su detto, l’impegno e la gravosità del servizio delle traduzioni non potrà essere svolto a scavalco o con alternanza ma ha bisogno della necessaria continuità. Gentile Provveditore, la scrivente organizzazione ritiene, anche perché sono presenti figure del ruolo degli Ispettori all’interno del NTP Locale della Casa Circondariale di Caltagirone che i tempi sono maturi per la nomina del Coordinatore