C.C. Catanzaro – Nucleo Traduzioni e Piantonamenti

catanzaro sinappe sindacato polizia penitenziaria

Egregio Direttore,
più volte questa O.S. ha rappresentato la situazione che da tempo investe il Nucleo Traduzioni e Piantonamenti dell’Istituto penitenziario di Catanzaro descrivendo le disfunzioni che quotidianamente si manifestano.

Appare necessario focalizzare l’attenzione sulla rotazione/integrazione di personale secondo la percentuale stabilita nel P.I.L. attualmente in vigore, ponendo l’attenzione su quelle unità che sono vincitrici di interpelli in posti di servizio diversi dal N.T.P. e mai sostituite, creando così una discrasia fra l’organico previsto e quello effettivo.

A tal riguardo si propone di valutare l’opportunità di impiegare unità di Polizia Penitenziaria Femminile o comunque prevederne l’impiego al fine di garantire le pari opportunità fra il personale di diverso genere.

Si ritiene altresì doveroso precisare che attualmente il locale N.T.P. viva una situazione di caos non avendo un punto di riferimento che con sicurezza e chiarezza possa risolvere i dubbi interpretativi delle circolari inerenti le spettanze, i rimborsi, la consumazione dei pasti, il così detto 100%, l’attribuzione del buono pasto e la maggiorazione dell’indennità oraria di missione così detto “straordinario passivo”.

A fronte di quanto rappresentato, seppur solo parzialmente rispetto ai disagi che quotidianamente il personale si ritrova a dover affrontare, si chiede alla S.V. di voler mettere in atto delle azioni che possano migliorare la qualità della vita lavorativa del Poliziotti Penitenziari, valutando la possibilità di porre dei quesiti interpretativi ai superiori uffici.
Nell’attesa si porgono Cordiali Saluti