C.C. Ferrara – Grave carenza di personale

Stimato Direttore Generale,
corre il necessario obbligo, da parte di questa Organizzazione Sindacale, di chiederLe, rispetto a quanto indicato in oggetto, opportune valutazioni.
Nello specifico, presso l’Istituto estense, si registra una grave carenza di personale nel ruolo Agenti/Assistenti maschile, dovuto certamente alla varietà delle tipologie di detenuti – basti pensare che in questo Istituto di medio-piccole dimensioni siano ristretti detenuti comuni, Collaboratori di Giustizia, AS2, circuito “Zeta” e protetti promiscui -, ma soprattutto all’ingente numero di unità distaccate e trasferite, con provvedimenti definitivi, negli ultimi mesi, presso altre sedi.
È indispensabile segnalare, altresì, che nell’ultimo concorso per vice-sovrintendenti, ben 12 unità siano transitate al nuovo ruolo, creando una mancanza immediata e non sanabile, e provocando un grave disservizio nella redazione dei servizi e la difficoltà di garantire al personale i diritti individuali, con lo smisurato utilizzo del lavoro straordinario.
Appare opportuno riportare nel dettaglio le unità del ruolo Agenti/Assistenti in uscita dall’ultima mobilità avvenuta: • 1 unità posta in quiescenza
• 1 unità distaccata presso il PRAP Emilia Romagna
• 5 unità distaccate presso il GOM
• 4 unità distaccate presso altre sedi
• 1 unità trasferita presso altra sede ex L.104/92
• 1 unità già trasferita presso altra sede da graduatoria mobilità 2019
• 1 unità sta beneficiando dell’aspettativa ex comma 5 art.42 del D.Lgs 151/01
• 12 unità impiegate nel nuovo ruolo Sovrintendenti
Analizzando la pianta organica, forse fin troppo remota, ci si rende conto che, a fronte di 212 unità di Polizia Penitenziaria previste, ad oggi solo 173 sono presenti effettivamente in forza nell’Istituto estense.
L’accorpamento di più posti di servizio, l’utilizzo continuo del lavoro straordinario e la grande disponibilità messa in atto dal personale presente non possono sopperire a lungo a questa grave situazione di emergenza.
Per quanto sopra espresso, alla luce dei dati riscontrati, si rende necessario richiedere l’invio urgente di un congruo numero di unità di personale, in grado di restituire la doverosa serenità lavorativa all’organico di Polizia Penitenziaria di Ferrara, garantendo la possibilità di riorganizzare al meglio i piani di lavoro.