C.C. Messina – Benessere del Personale

casa circondariale di messina sicilia sinappe sindacato polizia penitenziaria

Egregio Presidente
la scrivente organizzazione sindacale ha più volte evidenziato alla Direzione della Casa Circondariale di Messina che la continua chiusura dello Bar/Spaccio, sta nuocendo gravemente al benessere del personale.

In più occasioni, la scrivente organizzazione sindacale ha segnalato, che il Comandante di Reparto, emana disposizioni mattinali sulla soppressione del Bar/Spaccio e l’impiego del personale, ivi addetto, in compiti all’interno dell’Istituto, in un momento in cui l’Istituto, come tutti i penitenziari della regione Sicilia, sono privi del servizio mensa.

E’ inconcepibile, accaduto proprio in data 18 gennaio 2021, seppur dettati da necessità, che il Comandante di Reparto disponga l’assegnazione ad altro servizio del personale addetto al Bar/Spaccio, peraltro, come già detto, successivamente all’inizio del turno di servizio mattinale, con grave disagio del personale di Polizia Penitenziaria che ha assunto servizio e non si è trovato nelle condizioni di poter soddisfare il proprio ristoro essendo che, la M.O.S. è chiusa.

L’azione posta in essere, da parte del Comandante di Reparto, ha creato pregiudizio al personale di Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Messina, che si è trovato in serie difficoltà nella consumazione di un misurato pasto in assenza di MOS e con il BAR/SPACCIO chiuso.

Riteniamo che la soppressione di un posto di servizio fondamentale per il benessere di tutto il personale di Polizia Penitenziaria, che ordinariamente ne fruisce, non può passare in sordina ma va evidenziato.

Riconoscendo la sua sensibilità che pone per il benessere del personale di Polizia Penitenziaria, siamo certi di una sua sollecita azione tesa a rendere meno difficoltoso il servizio del personale e la continuità nel mantenere attivo, il servizio Spaccio/Bar, proprio per l’assenza della MOS.

Nel ringraziarla anticipatamente, si resta in attesa di conoscere le determinazioni che saranno adottate.
Distinti Saluti