C.C. Pesaro – Manifestazione di protesta per il giorno 20 settembre 2021 del Personale di Polizia Penitenziaria

Ill.me Autorità in indirizzo,
con la presente nota unitaria, i sottoscritti Rappresentanti Sindacali Regionali annunciano per lunedì 20 settembre 2021 alle ore 10,00 una manifestazione di protesta da parte di tutto il Personale di Polizia Penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Pesaro che si svolgerà nel piazzale antistante l’Istituto Penitenziario.
Come ampiamente descritto nelle precedenti note trasmesse alle Autorità in indirizzo, lo stato di agitazione iniziato lo scorso 6 settembre c.a. ed ancora in corso prevede:
 l’autoconsegna del Personale di P.P. che ogni giorno, terminato il proprio turno di servizio, permane all’interno dell’Istituto Penitenziario sino alle ore 18,00;
 la proclamazione della manifestazione di protesta per lunedì 20 settembre c.a.;
 l’astensione della mensa di servizio a partire da lunedì 27 settembre c.a.
Durante la suddetta manifestazione tutti i Rappresentanti Sindacali firmatari della presente nota, a nome di tutto il Personale di Polizia Penitenziaria dell’Istituto Pesarese, denunceranno a gran voce le gravissime criticità che attanagliano il Carcere di Pesaro, ovvero:
 le continue e violente aggressioni e minacce nei confronti del Personale in servizio all’interno dei Reparti detentivi da parte di diversi detenuti;
 la grave carenza di organico nel ruolo degli Agenti-Assistenti, dovuto soprattutto dall’assenza dal servizio per lunga degenza di circa 30 unità, in malattia per stati ansiosi e depressivi, segno di un grave e duraturo malessere diffuso tra tutto il Personale;
 la presenza di numerosi detenuti affetti da patologie psichiatriche rilevanti che l’Istituto Pesarese non è in grado di curare in quanto privo di figure professionali capaci e preparate ad affrontare determinate patologie psichiatriche. A stento l’Azienda Sanitaria Regionale riesce ad assicurare la presenza quotidiana del medico presso l’infermeria detenuti;
 la gestione fallimentare e inadeguata dell’Istituto dell’attuale Direttore che inevitabilmente ha ricadute negative e dirette all’interno delle varie Unità Operative di P.P. e influisce in modo sfavorevole sul trattamento rieducativo di tutta la popolazione detenuta;
 le pessime condizioni strutturali ed igienico sanitarie in cui versa da sempre la Casa Circondariale di Pesaro, più volte denunciate e finora rimaste inascoltate;
Pertanto, nella piena convinzione di quanto sopra esposto, in occasione della manifestazione e della protesta in atto ribadiamo e confermiamo le nostre urgenti ed immediate richieste:
 AVVICENDAMENTO DELL’ATTUALE DIRETTORE D’ISTITUTO;
 RIENTRO IN SEDE DEL COMANDANTE TITOLARE O ASSEGNAZIONE DI UN NUOVO COMANDANTE DI REPARTO.

NON CI FERMEREMO FINO A QUANDO NON OTTEREMO QUANTO LEGITTIMAMENTE
RICHIESTO!