C.C. Pescara – Accorpamento dei posti di servizio Reparto Giudiziario

Egregio Direttore,
Pervengono numerose lamentele a questa Segreteria Provinciale SiNAPPe, a quanto pare, avere il dono dell’ubiquità ormai è routine nella CC di Pescara, nello specifico:
Sembrerebbe che sia diventata una normale prassi arbitraria da parte dell’ufficio servizi, accorpare più posti di servizio programmandolo tre giorni prima sul brogliaccio cartaceo, nonostante, non vi siano assenze giustificate a vario titolo;
Un Modus operandi che scarica le responsabilità su di una sola unità di Polizia Penitenziaria che, specie di notte 23:00/07:00 è obbligato ad operare in quattro posti di servizio a otto ore, (Reparto psichiatrico, sala regia, 1^ e 2^ Giudiziaria), detti posti di servizio sono dislocati nella seguente maniera, (2^ giudiziaria è al primo piano, 1^ Giudiziaria e sala regia piano terra, Psichiatria corridoio accesso giudiziaria tutti suddivisi da cancelli), in caso di malore dell’addetto al servizio, e nel caso in cui abbia chiuso tutti i cancelli si avrebbe difficolta a prestargli soccorso.
Non è da sottovalutare l’eventualità di una serratura elettronica difettosa che dia la possibilità ad un detenuto di aprire la porta della stanza, in quanto nella CC di Pescara non si ha la possibilità di dare le mandate (è già accaduto qualche mese fa che un detenuto è uscito dalla stanza nel corridoio alle 23:00).
Inoltre, viene segnalato a questa O.S. che nelle sezioni detentive i dispositivi acustici che utilizzano i detenuti per eventuali ”chiamate di emergenza” non funzionano.
L’ufficio servizi continua ad assegnare turnazioni non contrattati con i sindacati (7/15 – 15/23 – 23/07) e a quanto pare, con avallo dalla Direzione.
Questa segreteria provinciale chiede, che sia immediatamente ripristinata la naturale copertura di ogni posto di servizio evitando di accorparli.
Chiede inoltre, alla Direzione come proposto e concordato in sede di contrattazione con le O.S., in merito al piano ferie, il rispetto degli accordi che ad oggi non sono stati rispettati.