C.C. Pescara – REPLICA – Prot. n°14321 del 06.07.2021

Ci vediamo nuovamente costretti ad intervenire per cercare di porre un argine ad una gestione del penitenziario pescarese che non possiamo in alcun modo condividere.
Più volte ed in maniera inascoltata abbiamo chiesto che venga effettuata una visita ispettiva per accertare quanto da noi denunciato a livello sindacale.
Più volte in questi mesi abbiamo chiesto l’apertura di un tavolo tecnico con membri delegati dalla P.P., una convocazione ma la A.D. di Pescara non ha mai calendarizzato nessun incontro.
Le prestazioni di lavoro straordinario vengono IMPOSTE anche al personale che non ne ha fatto esplicita richiesta scritta e non ci sono provvedimenti motivati che costringano il personale tutto alla prestazione extra lavorativa così come previsto dall’Art.10 comma1 e comma 6 dell’A.Q.N.
Nella nota in oggetto descritta la Direzione di Pescara parla di grave carenza di organico e di ricorso alle prestazioni di lavoro straordinario; ebbene con questa grave carenza ci domandiamo come sia stato possibile che la Dott.ssa DI FELICIANTONIO proponesse alle OO.SS. nella riunione del 28 aprile 2021 un piano ferie estivo con 7 periodi su quattro quadranti.
Se la Direzione avesse diversamente analizzato il contributo fornito dalle OO.SS. nelle uniche riunioni del 2021 (27 gennaio e 28 aprile) qualcosa di diverso rispetto alla situazione attuale si poteva fare; sono più di 6 mesi che chiediamo una nuova organizzazione del lavoro per via delle gravi carenze di organico determinatesi, ma la Direzione della CC Pescara continua ad assumere decisioni unilaterali.
Sig. Provveditore, la Direzione nella nota parla di livelli minimi di sicurezza rispettati, senza rendersi conto che ad oggi non ci sono le unità per garantire i livelli scarsi, eppure continua imperterrita a parlare di programmazione su quattro quadranti come da normativa, rispetto degli accordi, AFFERMAZIONE CHE NON TROVA CONFERMA NEI FATTI, come di seguito argomenteremo.
Prediamo per esempio la giornata del 04 Luglio; il posto di servizio cucina detenuti risultava scoperto (l’ufficio servizi non ha proprio predisposto l’addetto) e due colleghi già assenti giustificati da venerdì 02 risultavano alla domenica in servizio in qualità di addetti effettivi al servizio di sezione. Tra l’altro non è stata predisposta neanche l’unità “Reperibile”.
Nella stessa giornata l’ufficio servizi ha imposto un permesso orario di 3 ore ad un dipendente che non lo aveva richiesto. Il dipendente veniva contatto già al venerdì dall’Ispettore dell’Ufficio servizi, che gli comunicava il turno 15/23 motivando il cambiamento per sopraggiunte esigenze di servizio. Il dipendente riferiva di non aver mai dato la disponibilità ad effettuare prestazione di lavoro straordinario e chiedeva di effettuare il turno previsto in programmazione (18:30/01:10) avendo già assunto per quella data impegni familiari. Di contro l’ispettore Responsabile dell’Ufficio Servizi cambiava in piena autonomia la turnazione programmata da 18:30/01:10 a 15:00/23:00 inserendo sul modello dei servizi la dicitura (3 ore di permesso) in piena violazione degli Art. 10 comma 5 lettera C; Art. 8 comma 10 AQN.
Questo è quello che accade quotidianamente nella CC Pescara perché LA PROGRAMMAZIONE DEI TURNI MENSILI SU QUATTRO QUADRANTI E’ FITTIZIA e gli accordi non vengono rispettati!
Il servizio programmato esposto in bacheca stampato dal sistema GUSWEB in data 30 giugno 2021 alle ore 13:06 risulta firmato solo dall’Ispettore Responsabile dell’Ufficio Servizi, sono assenti le firme del Comandante di Reparto e del Direttore, come se l’assenza della firma di quest’ultimi possa voler dire “IO NON SAPEVO” e li metta al riparo da
eventuali responsabilità.
Andiamo ora ad analizzare punto per punto le dichiarazioni del Direttore della CC Pescara, nello specifico parliamo semplicemente delle turnazioni 13:00/19:10 – 18:30/01:10 – 01:00/07:10 perché comunque nel turno mattinale si riesce sempre a recuperare unità anche dagli uffici;
Prima di parlare della programmazione dei turni di servizio si elencano i nomi delle postazioni che NON SONO SOPPRIMIBILI AL FINE DELLA PROGRAMMAZIONE DEL SERVIZIO MENSILE per garantire il livello minimo di sicurezza: Turno 13:00/19:10 Sorveglianza Generale; Portineria; 1 cancello; Piano Terra Collaboratori; 1 Piano Collaboratori; Reparto Psichiatria; Sala Regia Giudiziario;1 Sezione Giudiziario; 2 Sezione Giudiziario; 3 Sezione Giudiziario; Sala Regia Penale; 1 Sezione Penale; 2 Sezione Penale (Attualmente chiusa per ristrutturazione); 3 Sezione Penale; Cucina Detenuti; Passeggio Penale (turno estivo 09:00/16:00); Passeggio Giudiziario (turno estivo 09:00/16:00); 16 unità Turno 18:30/01:10 Sorveglianza Generale; Portineria; 1 cancello; 1 Piano Collaboratori; Reparto Psichiatria; 1 Sezione Giudiziario; 2 Sezione Giudiziario; 3 Sezione Giudiziario; 1 Sezione Penale; 2 Sezione Penale (Attualmente chiusa per ristrutturazione); 3 Sezione Penale; 10 Unità (non includendo la 2 sez. penale chiusa) Turno 01:00/07:10 Sorveglianza Generale ; Portineria; 1 cancello; 1 Piano Collaboratori; Reparto Psichiatria; 1 Sezione Giudiziario; 2 Sezione Giudiziario; 3 Sezione Giudiziario; 1 Sezione Penale; 2 Sezione Penale (Attualmente chiusa per ristrutturazione);
3 Sezione Penale; 10 Unità (non includendo la 2 sez. penale chiusa) Detto questo siamo andati ad analizzare nel dettaglio la programmazione del servizio del mese di luglio in corso scomponendolo in ogni sua parte così come si evince da allegato, ciò che ne viene fori è la conferma di quanto noi stiamo dichiarando da molti mesi… Un programmato privo di fondamento, stilato solo per dare l’impressione di rispettare la regola dei quattro quadranti ma che in realtà è l’anticamera della turnazione a 8 ore.
Cosa che sino ad ora non avevamo avuto modo di rilevare è la elevatissima tipologia di turnazioni che l’Ufficio Servizi della CC Pescara utilizza al sistema GUSWEB 07:00/13:00 – 07:00/13:10 – 07:30/13:30 – 08:00/14:00 – 08:30/14:3008:00/15:12 – 09:00/15:00 – 09:00/16:00 – 12:30/19:10 – 13:00/19:00 – 13:00/19:10 – 14:00/20:00 – 18:00/00:10 – 18:30/01:10 – 19:00/01:10 – 23:00/07:10 – 00:00/07:10 – 01:00/07:10, tutte estrapolate dalla programmazione mensile di Luglio 2021 (anche quelle a 7 ore e 8 ore), molte di queste MAI CONTRATTATE/CONCORDATE CON LE OO.SS.
Nella programmazione del mese di Luglio si evince chiaramente nell’Allegato Analitico come le 2 unità addette alla vigilanza cortili passeggi Reparto giudiziario e Reparto penale con turnazione 09:00/15:00 siano state soppresse e non sono neanche state predisposte con turnazione 09:00/16:00 ( turnazione prevista per il passeggio estivo)
Premesso quanto sopra possiamo andare ad analizzare le affermazioni della Dott.ssa DI FELICIANTONIO la quale in molteplici risposte alle nostre note ha sempre confermato con assoluta certezza che la programmazione dei servizi presso l’istituto da Lei diretto avviene su quattro quadranti.
Beh non tutti i turni sono a sei ore, (ci sono turni programmati anche ad 8 ore e 7 ore), ma la cosa che forse la Direttrice non sa e che per fare il programmato deve inserire le unità non bastano i turni, come si evince dall’”Allegato Analitico” (estrapolato dal programmato esposto in bacheca e stampato dal sistema GUSWEB in data 30 giugno 2021 alle ore 13:06 ) le unità inserite non sono sufficienti per una copertura di livello minimo, ed è ovvio che già così bisogna ricorrere alla turnazione ad 8 ore.
In molti turni notturni ci sono solo 5 – 6 o 7 unità compresa la Sorveglianza Generale, addirittura il 2 luglio sono state previste da programmato solo 2 unità di notte più la Sorveglianza generale con turno 00:00/07:10. Anche di sera e di pomeriggio la situazione è identica, a dimostrazione che la programmazione è FITTIZIA.
Ora non sappiamo se la responsabilità di tutto ciò è esclusiva dell’Ispettore Responsabile dell’Ufficio Servizi oppure quest’ultimo esegue precise indicazioni del Comandante di Reparto e del Direttore. Andando ad analizzare nel dettaglio l’”Allegato Analitico” si evidenzia come le giornate di Congedo Ordinario concesse eccedano nell’aliquota prestabilita e non rispettano quanto indicato nel prospetto del 15 aprile 2021 Prot.7796 dove si stabiliva che per 7 periodi di ferie su quattro quadranti si potevano inviare in ferie 13 unità per turno ed ad alcune unità siano state concesse più giornate di congedo ordinario rispetto ai 15 previsti.
Su 32 giornate programmate solo 2 rispettano l’aliquota delle 13 unità in CO, in molte giornate si arriva a 17 – 18 sino a 19 unità in CO a sprezzo delle regole pattuite in sede di contrattazione decentrata ed a dimostrazione ulteriore di quello che da mesi stiamo denunciando.
LA PROGRAMMAZIONE IN GENERALE E’ FITTIZIA SPECIE SU QUATTRO QUADRANTI e proprio per questo motivo i diritti del Personale non possono essere assicurati e garantiti, la Direzione della CC Pescara sino ad oggi ha fatto di tutto per screditare le nostre affermazioni, ora Sig. Provveditore con questa nota rispondiamo con i fatti e Lei ha l’obbligo quale Superiore Gerarchico di intervenire duramente nei confronti della Direzione di Pescara.
Si rinnova l’invito ad un’ispezione dipartimentale per quanto narrato, si chiede alle SS.LL., ognuna per la propria competenza, una verifica, nel rispetto di tutti i lavoratori.