C.C. Torino Lorusso e Cotugno – Nota Congiunta OO.SS. – Segnalazione irregolarità per violazione del principio di trasparenza

Il giorno 14 luglio 2021 sono stati notificati una serie di provvedimenti aventi ad oggetto l’annullamento di interpelli emanati dal dì 6 marzo 2020 e ciò a fronte della sentenza del Giudice del Lavoro di Torino Dott. Marco Nigra. Orbene il personale lamenta l’erroneità di alcuni provvedimenti emanati recentemente dalla Direzione e nello specifico:
1. l’assegnazione, senza interpello e in violazione di qualsivoglia accordo sulla mobilità, dell’unità addetta alla Barberia Agenti alla cucina detenuti;
2. lo “scambio” alla pari, senza interpello e in spregio alle regole sulla mobilità, tra una unità addetta ai colloqui e una unità addetta alla sala convegno;
3. l’assegnazione ex officio e senza interpello presso l’Ufficio Ragioneria – già ampiamente in sovrannumero – di una unità di polizia penitenziaria femminile. Sul punto, si segnala che sono state assegnate all’Istituto tre unità del gruppo sportivo Fiamme Azzurre le quali hanno incontrato non poche difficoltà per reperire una seduta (sic!).
Tali provvedimenti, oltre ad essere lesivi dei diritti dei lavoratori, hanno ulteriormente alimentato il disagio e il malumore del personale di Polizia Penitenziaria che ci ha giustamente chiesto di intervenire formalmente per richiederVi di ripristinare quello che appare essere una situazione di legalità violata in assenza di trasparenza.
Con la presente, quindi, queste OO.SS. ribadiscono un Vs. intervento fermo e deciso e ciò, quantomeno, per rendere trasparente le procedure che sottendono all’emanazione dei provvedimenti posti dai lavoratori all’attenzione di questi Sindacati.
Fiduciosi, quindi, attendiamo di conoscere le ragioni di quanto segnalato, già certi che gli stessi siano giustificati da regole e procedure di legge che le scriventi OO.SS. onestamente sconoscono.