Casa Circondariale di Ascoli Piceno – Piano Ferie Estivo Polizia penitenziaria. Difformità applicative.

cc ascoli piceno sinappe sindacato autonomo polizia penitenziaria

Sig. Direttore,
a seguito di apposita segnalazione giunta a questa Segreteria Regionale, corre l’obbligo di richiedere alla S.V. se risponda al vero che nei confronti del personale di Polizia penitenziaria di recente assegnato presso l’Istituto da Lei diretto (neo agenti del 177° corso), sia stato previsto un trattamento difforme dal restante personale di Polizia penitenziaria ivi in servizio in tema di fruizione di Congedo Ordinario.

Nello specifico, la segnalazione farebbe emergere che questi colleghi non sarebbero stati posti nelle condizioni di poter richiedere il previsto periodo di 15 gg di Congedo Ordinario all’interno del Piano Ferie estivo (15 giugno – 15 settembre) così come invece garantito a tutto l’altro personale di Polizia penitenziaria in servizio presso la struttura da Lei diretta, bensì siano stati
loro riconosciuti solo alcuni giorni di C.O. in periodi peraltro “imposti”.

Nella denigrata ipotesi che tale notizia abbia fondamento, si confida in un celere ed immediato intervento della S.V. teso al ripristino di pari diritti e condizioni fra tutto il personale di P.P., ivi compresi i colleghi del 177° corso, garantendo così anche a questi ultimi il diritto di poter richiedere il periodo di Congedo Ordinario all’interno del Piano Ferie estivo alla stregua di tutti gli altri loro colleghi.

Al Sig. Provveditore la presente viene trasmessa con richiesta di voler verificare se anche in altri Istituti del distretto vi siano casi di disomogeneità di trattamento nei confronti del neo assunto personale di Polizia penitenziaria emanando, se necessario, precise ed univoche direttive al fine di tutelare e garantire eguaglianza e pari condizioni fra tutto il personale di P.P.

Alla Segreteria Generale la presente viene trasmessa con riserva di far conoscere gli esiti di quanto segnalato e per eventuali e più incisivi interventi sul tema.

Restando in attesa di cortese ed urgente riscontro, l’’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.