CASA CIRCONDARIALE DI BIELLA – Carenza organica – Richiesta revoca provvedimenti di distacco per esigenze dell’Amministrazione

Egregio Provveditore,

già con pregressa corrispondenza l’articolazione regionale di questa Organizzazione Sindacale le aveva partecipato le gravi difficoltà operative in atto presso il penitenziario di Biella, discendenti da una carenza organica che interessa indistintamente tutti i ruoli. Nel descrivere lo scenario allarmante di impiego del personale per oltre nove ore continuative, a cui fa seguito anche il turno notturno e casi di trattenimento in servizio anche oltre le 12 ore continuative pure in circostanze non caratterizzate da eventi critici, cui si aggiungono il mancato riconoscimento del riposo settimanale e l’impiego contemporaneo di una sola unità in più posti di servizio, con la propria nota il Segretario Regionale chiedeva una misura urgente che disponesse il rientro in sede di tutte le unità distratte per esigenze dell’Amministrazione, attese le indiscusse esigenze biellesi. La predetta corrispondenza non ha trovato fattivo riscontro e le condizioni di difficoltà permangono. Orbene, considerato che, con precipuo riferimento al ruolo degli ispettori, vi sono unità distratte da Biella per essere impiegate presso il polo formativo di Verbania e considerato altresì che il 174° corso che ha impegnato la scuola negli ultimi mesi sta per giungere a conclusione, si sollecita la restituzione del predetto personale alla Casa Circondariale di Biella per le preminenti ragioni di sicurezza dell’Istituto. Nel contempo si chiede di assumere analogo provvedimento nei confronti di tutto quel personale impiegato in regime di distacco presso le sedi extra moenia. Certi della rilevanza che si accorderà alla presente segnalazione, si resta in attesa di solerte riscontro e si porgono distinti saluti.