Casa Circondariale di Bologna – problematiche “Piano terre giudiziario”

Egregio Direttore,
guardando indietro, ai mesi scorsi, possiamo affermare che molto è stato realizzato per riparare i danni causati della rivolta di marzo. Tuttavia, da quanto ci è dato sapere, alcuni lavori dovrebbero essere ancora portati a termine; ad esempio, i cancelli del piano terra giudiziario non sarebbero
stati ancora automatizzati.

Parliamo di un segmento dell’Istituto caratterizzato da numerosi movimenti giornalieri di detenuti e operatori. Inoltre, le aule A/S sarebbero sprovviste di una postazione per l’addetto alla vigilanza, e così via. Si attende che le difficoltà sollevate vengano risolte nel minor tempo possibile, sia per la sicurezza dell’Istituto, sia per porre fine al disagio di tanti poliziotti, che subiscono tale situazione da mesi. In attesa d’urgente cenno di riscontro, si porgono Distinti Saluti.