CASA CIRCONDARIALE DI CATANZARO – Ennesima ignobile aggressione ai danni di un poliziotto penitenziario

Nella giornata di ieri, un detenuto italiano, ristretto nel reparto comuni,
con problemi mentali, senza nessun apparente motivo, ha tentato di
strangolare un poliziotto penitenziario di turno in quel reparto, afferrandolo dal collo con una mano, mentre con l’altra gli sferrava pugni
in testa.
Non si comprendono le ragioni dell’ignobile gesto, ma parrebbe poter
essere letto in continuità con condotte simili che pare stiano connotando
la storia detentiva del recluso in questione.
L’aggressore, infatti, pare non esser nuovo a simili atteggiamenti.
Solo grazie all’intervento tempestivo dei colleghi si è scongiurato il peggio.
Il malcapitato poliziotto è stato trasportato all’ospedale per le cure del
caso.
Con tutta l’amarezza per l’ennesimo episodio di violenza occorso
all’interno delle nostre carceri, il Si.N.A.P.Pe augura una pronta
guarigione al poliziotto coinvolto nell’aggressione e chiede ai Vertici
dell’Amministrazione Penitenziaria di adottare incisivi provvedimenti a
carico del detenuto, affinché possa scongiurarsi il ripetersi di simili eventi.