Casa Circondariale di Messina – Anomala chiusura dell’Ufficio Servizi nell’orario di ricevimento.

Gentile Direttore,
la scrivente organizzazione sindacale, deve rappresentare le anomalie dell’Ufficio Servizi, sia nei comportamenti che nella stesura dei servizi al personale di Polizia Penitenziaria.

Atteso che, capiamo la necessità di stabilire l’orario per il ricevimento, non è tollerabile, comunque, che l’ufficio in questione viene chiuso proprio in quello spazio temporale dedicato al personale, che si trova a non poter accedere.

Tale circostanza non è imputabile ad esigenze di servizio, quali i cambi M.O.S. come è successo in passato, in quanto l’addetto che ha predisposto i cambi per la MOS nei giorni sotto indicati, li ha distribuiti in modo difforme con sovraccarico per alcune unità di Polizia Penitenziaria, (avendone assegnati 2 cambi) escludendo se stesso.

La carenza di personale determinatasi in questo periodo e, quindi, l’assoluta necessità di impiegare le cariche fisse anche per dare sostegno ai colleghi per il cambio e godere della pausa pranzo, non può consentire, comunque, che nei giorni 17-18-19 settembre 2020, nonostante non tutte le unità dell’ufficio servizi erano state impiegate per il cambio M.O.S. l’ufficio risultava chiuso.

Dalle segnalazioni pervenute, risulta che uno degli addetti al predetto ufficio sia stato visto tra il locale spaccio e la zona dei distributori automatici intento a preoccuparsi dei propri interessi, lasciando chiuso l’ufficio.

Sempre da segnalazioni ricevute, detto comportamento si è verificato anche in altre occasioni, oltre che nei giorni sopra riportati, penalizzando quindi il personale che nel frattempo a stento riesce a ritagliarsi qualche minuto per organizzare al meglio il proprio servizio.

Per quanto su esposto, riteniamo necessario un Suo intervento al fine di sollecitare il Comandante di Reparto e l’ufficio servizi ad una più attenta e oculata pianificazione per la disposizione riguardante l’orario di ricevimento dell’ufficio ed evitare qualsiasi anomalia e/o noncuranza delle regole, attenendosi ad una più equa distribuzione dei cambi per la MOS.

Certi della sensibilità della S.V., chiediamo di conoscere le motivazioni di tale organizzazione del lavoro e di voler sollecitare l’ufficio servizi, per il futuro, ad una maggiore oculatezza nella stesura del servizio, soprattutto, nell’impiego del personale di Polizia Penitenziaria delle c.d. cariche fisse nel cambio per la pausa pranzo.

Restiamo in attesa di un urgente riscontro da parte della S.V..
Distinti saluti.