Casa Circondariale di Messina – Assicurazione turni di servizio presso la Sala Bar

sinappe sindacato autonomo polizia penitenziaria

Gentile Direttore
la scrivente organizzazione sindacale ritiene, stante l’attuale chiusura della MOS, che la solerte e continua richiesta da parte del Comandante del Reparto al fine di vedersi comunicati i nominativi del personale addetto alla Sala Bar che coprirà i turni pomeridiani sia del tutto, oltreché legittima, anche auspicabile.

Senonché, risulta che tale richiesta ignori del tutto, e tanto contro tutti i princìpi matematici, la situazione numerica del personale alla Sala Bar impiegato.

Considerando che delle tre unità impiegate – il gestore come da copiosa corrispondenza, confermata dalle altrettanto numerose Circolari Dipartimentali, non può e, per le sue proprie funzioni, non deve essere computato nel numero degli addetti, pertanto, la situazione attuale è così certificata: -una unità andrà in astensione ex art. 42 L. 104/92, alle rimanenti due, nell’articolazione dei turni di servizio, bisognerà assicurare il godimento di tutti i diritti soggettivi.

Tutto quanto fin qui premesso, valutando che se si pone l’alternativa tra l’apertura mattutina e pomeridiana quella logicamente più apprezzabile sarà quella antimeridiana, si chiede ritenendo che comunque il personale ha diritto ad un giusto ristoro in assenza della MOS, l’implementazione del personale addetto – magari fino alla riapertura della MOS, in assenza della quale iniziativa, qualsiasi richiesta di apertura pomeridiana potrebbe apparire assolutamente decontestualizzata.

In attesa di conoscere le ulteriori determinazioni in ordine quanto su esposto si inviano Distinti Saluti.