Casa Circondariale di Messina – Impiego del personale

Gentile Direttore,
la scrivente organizzazione sindacale segnala alla S.V., per l’ennesima volta, le anomalie del servizio e l’impiego del personale di Polizia Penitenziaria nel servizio d’Istituto.

Ancora una volta abbiamo ricevuto numerose lamentele dal personale di Polizia Penitenziaria che è impiegato nei servizi d’Istituto a turno, senza che sono tenuti in considerazione i criteri basilari determinati dall’anzianità di servizio.

Pare che le disposizioni, date dal Comandante di Reparto all’Ufficio Servizi, modificano sostanzialmente il principio dell’anzianità nell’assegnazione nei posti di servizio, creando disparita e imparzialità tra il personale, che seppur più anziano, spesso si trovi a svolgere, nello stesso turno, compiti che dovrebbero essere assegnati al personale meno anziano.

Tali disposizioni determinano malcontento tra il personale che si vede sminuito nelle funzioni pur avendo le qualità morali e professionali per svolgerle.

Il perdurare di simili disposizioni, peraltro contrari alle norme, penalizza il personale senza giustificato motivo, eludendo sia la tracciabilità del provvedimento sia la corretta gestione del personale.

Per quanto su esposto, riteniamo necessario un Suo intervento al fine di sollecitare il Comandante di Reparto a dare all’ufficio servizi disposizioni più oculate per una pianificazione e programmazione dei servizi impiegando il personale di Polizia Penitenziaria in conformità a criteri dettati dai principi normativi, tenendo conto dell’anzianità di servizio.

Certi della sensibilità della S.V., chiediamo di conoscere le motivazioni di tali disposizioni, sollecitando il Comandante di Reparto per il futuro, a una maggiore oculatezza nelle disposizioni sulla stesura del servizio per l’assegnazione del personale.

Restiamo in attesa di un urgente riscontro da parte della S.V..
Distinti saluti.