CASA CIRCONDARIALE DI PADOVA – Richiesta urgente integrazione personale

Egregio Direttore,
ancora una volta (a distanza di qualche mese) questa Segreteria Generale non può sottacere il gravoso problema della carenza organica che interessa in maniera ponderosa la Casa Circondariale di Padova; detto Istituto infatti, a fronte di un organico amministrato che sulla carta appare sufficiente, conta effettivamente in servizio molte meno unità, cosa questa che sconvolge totalmente la gestione e l’organizzazione dei servizi che grava in maniera pesante sui pochi poliziotti presenti.
Viene riferito infatti che sono circa 30 i distacchi in uscita e meno di 10 quelli in entrata.
A detti numeri vanno aggiunte circa 4/5 unità in forza presso il penitenziario padovano ma effettive nelle fila delle Fiamme Azzurre, che rappresentano sicuramente un onore ed un vanto per il Corpo ma che inevitabilmente confondono le idee di chi è preposto alla giusta ripartizione ed assegnazione della forza lavoro.
Pertanto, alla luce di quanto fin qui lamentato e considerata la prossima mobilità Nazionale anno 2018, in concomitanza con l’assegnazione del 175° Corso Agenti, si chiede di voler tenere in giusta considerazione il penitenziario de quo e le esigenze evidenziate.
In attesa di riscontro, è gradita l’occasione per inviare cordiali saluti.