Casa Circondariale di Prato – Fruizione palestra agenti

palestra

Egregio Direttore,
giunge voce che la S. V. abbia adottato un provvedimento di chiusura temporanea della palestra agenti di codesto istituto al fine di prevenire la possibile diffusione del contagio Covid-19. Questa O.S. ritiene, viceversa, che quanto previsto dal DPCM del 24 ottobre c.a. possa essere derogato per quel che concerne contesti privati come vanno considerate le palestre agenti.

Quest’ultime in uso principalmente al personale accasermato e, in ogni caso, solo agli agenti in servizio presso codesta struttura, i quali quotidianamente sono comunque chiamati a lavorare fianco a fianco, disponendo di tutti i dispositivi previsti per il contenimento del contagio da Covid-19.

Riteniamo che non sia opportuno, in questa fase storica, adottare provvedimenti unilaterali, il cui contenuto non sia stato minimamente discusso con le Organizzazioni Sindacali, atteso che, per quanto riguarda il caso di specie, non si è ritenuto di dover decidere in maniera così radicale neppure nel mese di Marzo, in pieno “lockdown”.

Anche perché il personale accasermato è quello che più risente delle misure restrittive messe in atto dal governo, non potendosi rifugiare, a fine turno, in un proprio contesto familiare e che quindi trova nell’ esercizio fisico l’ unico modo di scaricare le tensioni accumulate nel corso della dispendiosa attività lavorativa.

Siamo pertanto, a chiederLe di rivalutare la decisione presa e di consentire l’utilizzo della palestra agenti al personale di Polizia Penitenziaria, seppur con le stesse modalità previste in passato per il contenimento del contagio da Covid-19 :

  • Utilizzo della mascherina durante tutta la permanenza in palestra.
  • Distanziamento interpersonale minimo di 1 metro e, durante l’ attività fisica una distanza interpersonale non inferiore a 2 metri.
  • Sanificazione degli attrezzi prima e dopo ogni utilizzo.
  • Utilizzo di un asciugamano personale.
  • Acceso consentito ad un massimo di 5 persone per volta, prenotandosi sull’ apposito prestampato affisso all’ ingresso della palestra.

    L’ occasione è gradita per porgere distinti saluti.