Casa Circondariale di Ragusa – Aggressione al personale Polizia Penitenziaria

sinappe sindacato autonomo polizia penitenziaria

Egregio Presidente
la scrivente organizzazione sindacale, ancora una volta è costretta a dover intervenire sull’anomala gestione del personale di Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Ragusa che ha determinato l’aggressione al personale di Polizia Penitenziaria.

La Casa Circondariale di Ragusa è stata teatro di un’aggressione nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria, pare che il detenuto che si è macchiato di questa vile aggressione non è nuovo a simili comportamenti, già nei giorni scorsi aveva messo a segno un’altra aggressione, solo verbale, nei confronti dello stesso poliziotto penitenziario.

In quest’ultimo periodo nel penitenziario Ragusano, cambia scena ma il film è sempre lo stesso, i detenuti continuano ad essere insofferenti verso le regole e il personale di Polizia Penitenziaria senza giustificati motivi ma sempre e solo per l’inobbedienza alle regole disposte dall’Ordinamento Penitenziario e alla vita all’interno dell’Istituto di Pena.

La situazione presso la Casa Circondariale di Ragusa, è diventata difficile sia per gli organici in sofferenza rispetto alle reali necessità, oltre che per le difficili condizione lavorativa che si sono venuti a determinare in assenza di puntuali e visibili azioni di contrasto da parte dell’amministrazione locale.

Quanto accaduto è preoccupante ed è per questo motivo che chiedevamo alla S.V. di volere intervenire immediatamente a tutela di tutto il personale.
Si reitera, inoltre, la richiesta di un urgente incontro con la S.V., già più volte richiesta.

Certi della sensibilità della S.V., sicuri di un immediato riscontro, dando la nostra disponibilità a fornire ulteriori dettagliati elementi al fine di verificare quanto sin qui lamentato verso le questioni della Casa Circondariale di Ragusa.
In attesa di cortese sollecito riscontro, ringraziamo anticipatamente e inviamo Distinti Saluti