CASA CIRCONDARIALE DI TRAPANI – Vile aggressione ai danni del personale di Polizia Penitenziaria del Nucleo Traduzioni

Il Coordinamento regionale del SiNAPPe da notizie di un’altra vile aggressione ai danni del personale della Polizia Penitenziaria del Nucleo Tribunale e Traduzione della Casa Circondariale di Trapani.
“Ancora un altro episodio di violenza, un’altra vile azione condotta contro la Polizia Penitenziaria, un episodio portato a termini da un detenuto di origini Algerine”.
Il detenuto, dopo avere avuto la confermata della pena nella sentenza in appello, presso il tribunale di Palermo, si scagliava contro i due agenti di polizia penitenziaria di scorta, prima al tribunale e continuando la sua opera di violenza fino all’arrivo nella casa circondariale di Trapani procurando lesioni e traumi al personale i quali hanno dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale civile di Trapani. Ancora in fase di accertamenti.
L’azione vile e squalificante, dice Di Prima, Coordinatore Regionale del SiNAPPe Sicilia, evidenzia il continuo attacco alla sicurezza della Polizia Penitenziaria da parte dei detenuti, che  scaricano le loro violenze nei confronti del personale.
I vertici dell’Amministrazione penitenziaria hanno fatto sentire la loro vicinanza al personale direttamente interessato, si apprezza l’interesse del coordinatore del NTP Commissario Massimo Nuzzolo del Comandante di Reparto Commissario Giuseppe Romano e del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Presidente Francesco Basentini che ha sentito telefonicamentegli agenti.
Va tutta la nostra solidarietà direttamente ai colleghi che hanno subito l’aggressione e a tutto il personale di Polizia Penitenziaria in servizio nella Casa Circondariale di Trapani, che seppur oggetto di azioni di violenza riesce a garantire con capacità la sicurezza e la presenza dello stato.