CASA CIRCONDARIALE DI TRENTO – Edilizia penitenziaria – Ritardi nell’assegnazione degli alloggi

Egregio Direttore,
la scrivente Organizzazione Sindacale ha necessità di addivenire ad una questione relativa a quanto in oggetto specificato che, seppur dall’iter chiaro e semplice, è immobile ormai da tempo, con conseguente disagio per i poliziotti interessati.
Nella nota dg.DAP del 21/11/2018 con oggetto “Nuovi criteri e modalità assegnazione alloggi di servizio” viene disposto che “Dal momento che l’ex concessionario di alloggio consegna l’appartamento avuto in concessione, la Direzione ha 45 giorni di tempo per bandire un nuovo interpello, acquisire le domande dei candidati ed inoltrarle al PRAP”.
Di seguito “Il PRAP dal momento che riceve le domande ha 30 giorni di tempo per convocare la commissione è stilare una graduatoria”.
Tale disposizione non sembrerebbe essere stata ben reperita dalla Direzione di Trento che, a fronte di 5 alloggi riconsegnati approssimativamente nel mese di novembre 2018 (e nelle settimane successive), avrebbe dovuto emanare i bandi relativi, usciti solo dopo ben 5 mesi a seguito di due solleciti (allegati) presentati dalla Segreteria Regionale SiNAPPe. Per detti alloggi, nonostante sia stata (finalmente) pubblicata la relativa graduatoria nel mese di maggio u.s. nulla si è mosso, cosa che ha indotto nuovamente la Segreteria Regionale SiNAPPe a presentare un ulteriore intervento di sollecito (allegato), considerato che i tempi continuavano a trascorrere ed il personale interessato attendeva invano.
Finalmente il 5 luglio scorso, giungeva dal PRAP di Padova una nota  URGENTE prot.n.26013/ALLOGGI/UFF (allegata) indirizzata alla Direzione di Trento, relativa alla ratifica della graduatoria di cui sopra, contenente disposizione di dare IMMEDIATA ESECUZIONE all’assegnazione agli aventi diritto.
Ad oggi, ben 11 giorni dopo, l’addetto alla segreteria “affari generali” della Direzione di Trento non ha ancora dato seguito a detta disposizione; questo significa che ben 5 alloggi sono liberi e nessuna assegnazione è stata notificata.
Viene riferito inoltre che il 9 aprile c.a., sono state riconsegnate le chiavi di un trilocale, per il quale è uscito un regolare bando di interpello; le relative domande però, che da normativa dovevano essere trasmesse al PRAP dopo 45 giorni, si troverebbero ancora presso l’ufficio “affari generali” della Direzione di Trento, a totale discapito di chi necessiterebbe dell’alloggio.
Considerato il disagio che tale inottemperanza sta causando tanto ai dipendenti che alla stessa Amministrazione, con una perdita economica non indifferente, si chiede il sollecito intervento della S.V. affinché la questione sia adempiuta nel più breve tempo possibile.