Casa Circondariale Messina – presenza eccessiva di detenuti assegnati per motivi di Ordine e Sicurezza, presso la Casa Circondariale di Messina; richiesta di urgente ed efficace intervento risolutivo.

Questa O.S. deve, purtroppo, registrare, all’esito dell’ennesima istanza dalla medesima Organizzazione avanzata qualche tempo fa e di fatto mai riscontrata,(nota senza protocollo del 24 Novembre 2020) quanto meno con interventi risolutori, l’ennesima incomprensibile e inaccettabile aggressione al personale di Polizia Penitenziaria dell’Istituto messinese. La disinvoltura con la quale un detenuto avrebbe aggredito, dopo averlo di fatto prima colpito e poi inseguito, un Agente di servizio presso il reparto detentivo, sferrandogli con inaudita ferocia, calci e pugni, tanto da costringerlo a ricorrere alle cure ospedaliere, non fa altro che stigmatizzare (essendo si ribadisce l’ennesimo episodio) l’estrema incapacità che ha l’organizzazione nel tutelare i propri dipendenti prima e con giustezza sanzionare i responsabili poi. Il personale continua infatti ad incassare diretti e rovesci, anche se lo stesso è pagato per molto meno, e i detenuti, invece, mantengono inalterati i loro “stili”, maturando la corretta sensazione di assoluta immunità. Tanto premesso, questa O.S. sottolineando che l’Amministrazione ha specifiche responsabilità oggettive sulla salute dei propri dipendenti, non si aspetterà altro che concreti, immediati ed efficaci interventi, anche con la predisposizione di specifici protocolli operativi, non ritenendo possibile, all’esito di un’ulteriore malaugurata aggressione, interloquire solo epistolarmente.