Casa Circondariale Messina – Responsabile U.O.

polizzia penitenziaria sinappe sndacato autonomo polizia penitenziaria

Gentile Direttore,
la scrivente organizzazione sindacale ha appreso che, nell’ambito della costituzione e assegnazione degli incarichi delle U.O., la S.V. ha assegnato a un’unità di Polizia Penitenziaria del ruolo degli Ispettori, competenze di Coordinamento anche dello Spaccio/Bar.

Atteso che, sull’argomento della gestione dello spaccio, la scrivente organizzazione sindacale ha già abbondantemente disquisito, dobbiamo fermamente respingere qualsiasi assegnazione di compiti, soprattutto nella responsabilità di Coordinamento, che è di sola competenza del Gestore e formalmente disposto dall’EAP.

Si ripete che l’art.12 del D.P.C.M. DEL 30/04/1997 e successive modificazioni, prescrive che il Gestore, è l’unico responsabile del normale funzionamento e della corretta conduzione delle attività cui è preposto e, inoltre, dirige e sorveglia il personale addetto ai servizi pertinenti alla gestione alla quale è preposto, della cui opera risponde direttamente.

Riteniamo che l’eventuale assegnazione di funzioni di coordinamento dell’U.O. ove sia compreso lo Spaccio è assolutamente illegittimo e, pertanto, chiediamo che, se dovesse realmente esistere, il provvedimento sia revocato o riformulato senza l’inclusione dello Spaccio Agenti, Unità per la quale la norma né prescrive organizzazione e compiti in capo al Gestore.
Restiamo in attesa di sapere le determinazioni che la S.V. vorrà adottare, nel rispetto delle norme, affinché si evitino inutili contenziosi.