CASA RECLUSIONE DI SAN CATALDO – Richiesta intervento per ripristino di corrette relazioni sindacali

Gentile Provveditore
la scrivente organizzazione sindacale con nota prot.n. 127/2019 del 14 ottobre 2019 ha richiesto alla Direzione della Casa Reclusione di San Cataldo di volere convocare le OO.SS. così come previsto dall’art.4 comma 3 dell’ A.N.Q., (entro 48 ore dalla presente).
Atteso che numerose sono state le violazioni dell’A.N.Q., del P.I.R. e del P.I.L., con l’impiego del personale in posti di servizio a carica fissa in modo continuativo e del tutto abusiva, stante la predetta richiesta, il Direttore, avrebbe dovuto convocare le OO.SS. e fornire dettagliate informazioni proprio sulla modifica del PIL e sull’impiego del personale in compiti a carica fissa.
Ad oggi, purtroppo, la Direzione continua a mantenere un atteggiamento difforme alle regole negoziali che potrebbero configurarsi in atteggiamento antisindacale e richiedere l’intervento dell’A.G. competente.
Al fine di evitare inutili contenziosi per le attuali posizioni non corrispondenti alle regole democratiche di gestione dell’organizzazione del lavoro da parte della Direzione della Casa Reclusione di San Cataldo, si chiede alla S.V. un intervento urgente quanto puntuale affinché la Direzione convochi le OO.SS, per ripristinare le corrette disposizioni relative agli accordi attuali sull’organizzazione del lavoro e l’impiego del personale.
Si rimane in attesa di cortese riscontro.