CC Roma Regina Coeli – Piantonamenti in luoghi esterni di cura – dotazione del mezzo di servizio.

sinappe

Egregi,
viene riferito che il Personale di Polizia Penitenziaria in forza nei reparti detentivi della Casa Circondariale di Regina Coeli, quando viene comandato di piantonamento in luogo esterno di cura, a supporto del Nucleo Cittadino, per gli spostamenti da effettuare in maniera autonoma, viene dotato di un veicolo Fiat Panda che non riporta né i colori né tantomeno le insegne qualificative del Corpo di Polizia Penitenziaria, se non nella targa.

Tale assegnazione comporta diverse problematiche; innanzi tutto presume che almeno uno dei due agenti inviati di piantonamento sia in possesso dell’autorizzazione a guidare i mezzi dell’Amministrazione, considerato che il Nucleo Cittadino non fornisce alcun autista, e questo non sempre è possibile visto che sono pochissimi i poliziotti del servizio interno in possesso di tale abilitazione. In secondo luogo, il personale comandato di piantonamento, fruisce di un mezzo anonimo e pur essendo in uniforme, non è dotato di paletta di segnalazione o sirena da utilizzare nel traffico in caso di emergenza (come si è realmente verificato in un recente servizio).

La situazione descritta rappresenta un disagio non indifferente tanto per il personale impegnato nel predetto servizio, che si sente abbandonato dall’Amministrazione e considerato di serie B, quanto per una corretta gestione dello stesso, proprio per le particolarità insite (ribadiamo appunto l’individuazione di personale abilitato alla guida).

Pertanto, al fine di tutelare e garantire a tutti i dipendenti un egual trattamento, si chiede un urgente intervento atto a ripristinare un corretto status quo delle cose, prevedendo la dotazione di un’auto del Corpo, con i colori e le insegne distintive.
In attesa di cortese riscontro, si porgono distinti saluti.