CC Rovigo – Reiterati atti di Aggressione ai danni di poliziotti penitenziari – Provvedimenti

sinappe sindacato autonomo polizia penitenziaria

Egregio Direttore,
siamo venuti a conoscenza che giorno 16 u.s., presso l’istituto penitenziario diretto dalla S.V. si è verificato un episodio di aggressione ai danni di un poliziotto penitenziario.

Il recluso, che parrebbe non essere affetto nemmeno da disturbi psichici, si sarebbe scagliato improvvisamente verso il primo Agente malcapitato colpendolo a sprangate con un pezzo di ferro staccato dal letto, e solo la prontezza del poliziotto nel proteggersi il volto con le braccia, avrebbe limitato (si fa per dire..) le conseguenze dei traumi e lesioni intanto a 10 gg. di prognosi.

Il movente che avrebbe generato la furia aggressiva del detenuto, sembrerebbe che sia il ritardo nell’accoglimento di un trasferimento in un istituto dallo stesso richiesto, come per dire.. Voi non mi trasferite, ed io prendo a sprangate il primo Agente che ho sotto tiro! Il detenuto in questione non sarebbe nuovo ad aggressioni di questo tipo verso gli Agenti, pochi mesi fà infatti, sempre presso l’istituto rodigino, avrebbe colpito con uno sgabello un altro poliziotto.

La gravità degli episodi di cui il detenuto si è reso protagonista inquietano e non poco la scrivente organizzazione sindacale, e riteniamo che mai come in questo caso è necessario intervenire e fare il possibile per tutelare l’incolumità dei nostri poliziotti penitenziari dando al contempo un segnale forte e credibile del rispetto della legge, e tenuto conto che trattasi di un recluso recidivo, in ottemperanza delle previsioni contenute nella circolare dipartimentale n. 3689/6139 del 23 luglio 2020, riteniamo che è indispensabile che Ella si attivi affinchè il detenuto venga trasferito immediatamente in un altro istituto, che alla luce del suo comportamento non dovrebbe di certo essere quello auspicato dallo stesso, ed altresì, avanzi proposta al D.A.P. in indirizzo per conoscenza, di attivazione della procedura del regime di sorveglianza particolare ex art. 14 bis o.p.

Il Provveditore che legge per conoscenza, si Invita a seguire e sostenere le iniziative prospettate nella presente.
In attesa di riscontro gradisca distinti saluti.