COMUNICATO – Caserme Agenti il Si.N.A.P.PE invoca l’intervento del Ministro della Giustizia

foto articolo Sinappe

E’ da poco terminato l’incontro tenutosi presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria in ordine alla riscossione degli oneri accessori dovuti dal personale del Corpo di Polizia Penitenziaria per l’uso di alloggi collettivi di servizio a partire dal 16 ottobre 2017.

Durante la riunione il Direttore Generale del Personale e delle Risorse -dott. Pietro Buffa- ha chiarito che il pagamento degli oneri accessori relativi ai consumi di acqua, luce e riscaldamento è dovuto esclusivamente in caso di assegnazione dell’alloggio collettivo e non in occasione di pernottamento in caserma per esigenze di servizio; specificando che per pernottamento è da intendersi la possibilità di trascorrere la notte in luogo diverso da quello consueto e quindi di utilizzare sporadicamente un posto letto per dormire.
Il Si.N.A.P.Pe ha chiesto al Direttore Generale del Personale e delle Risorse la sospensione del provvedimento di riscossione degli oneri accessori arretrati ed un impegno da parte dell’Amministrazione di interessare i vertici politici al fine di rinvenire sia le risorse necessarie a colmare il disavanzo economico creatosi tra i fondi stanziati e quelli previsti per una totale copertura dei costi sia lo stanziamento di fondi che garantiscano la gratuità degli alloggi.

A margine della riunione la parte pubblica ha dichiarato di non poter sospendere l’esecuzione del provvedimento emanato e pertanto le compagini sindacali hanno annunciato l’intenzione di richiedere un incontro urgente con il Ministro della Giustizia.

Vi terremo aggiornati.