Concorso interno per Vice Ispettori – questione ricompense

Ill.mi Presidenti

Dopo lunga attesa è stato finalmente pubblicato il bando di concorso per Vice Ispettori di Polizia Penitenziaria voluto dal Riordino delle Carriere del 2017. Fra i titoli valutabili vi sono anche le ricompense che siano annotate sul foglio matricolare. Proprio questa voce sta creando una serie di problemi nella compilazione della domanda; problemi che potrebbero generare una serie di contenziosi amministrativi per i motivi che di seguito si dettano. Con alacre e cadenzato lavoro, la commissione ricompense è riuscita ad azzerare l’enorme mole di lavoro arretrato. Nelle sedute del 06.11.2019 e 25.11.2019 hanno decretato la concessione di ricompense a circa n°215 unità di P.P. Ultimato l’iter amministrativo, a fine gennaio i decreti sono stati consegnati alla Segreteria del Capo DAP per la firma. È cosa nota la rassegnazione delle dimissioni del Presidente Basentini, che fra gli altri effetti ha condotto alla restituzione di tali decreti all’Ufficio Onorificenze per il rifacimento ex novo delle pratiche che, recando in calce l’indicazione per esteso del dott. Basentini, ad oggi risultano inutilizzabili. Certamente si fatica a trovare una spiegazione sul perché le ricompense varate nella seduta del 10 dicembre (quindi cronologicamente successiva a quelle in discussione) abbiano completato più velocemente il proprio iter giungendo sino a sottoscrizione del Capo DAP e dunque utilizzabili come titolo per il concorso per Vice Ispettore.
Al di là delle cause che hanno generato un tale stato di cose, si voglia individuare una efficiente soluzione affinché il personale coinvolto in tale vicenda non venga ulteriormente penalizzato dai ritardi dell’Amministrazione.