Corpo di Polizia Penitenziaria – Green Pass e Mensa Obbligatoria di Servizio – QUESITO

Illustrissima Autorità,
Il Si.N.A.P.Pe, Organizzazione Sindacale rappresentativa del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, intende sottoporre al dirimente parere di codesta Autorità le diposizioni che promanano dall’Amministrazione Penitenziaria, nelle sue diverse articolazioni, in relazione a quanto sintetizzato in oggetto.
Va in premessa specificato che il personale del Corpo, ove il proprio turno coincida con gli orari canonici di fruizione dei pasti, non può allontanarsi dalla struttura penitenziaria ma è tenuto a consumare il pranzo e la cena presso le mense ad hoc istituite in loco.
Stando ad una FAQ apparsa sul sito del Governo, l’esibizione del green pass è obbligatoria anche per l’accesso ai predetti refettori.
Il documento richiesto per l’accesso si lega strettamente a condizioni di carattere sanitario del titolare (aver effettuato la profilassi vaccinale o essere guariti dal virus).
Ciò posto questa O.S. si interroga sui profili di tutela della riservatezza sia all’atto dell’esibizione del documento, sia in relazione ad altre attività di censimento che l’Amministrazione ha posto in essere in alcuni casi: il riferimento espresso è ad un avviso di servizio con la quale la Direzione del Penitenziario di Roma Rebibbia Nuovo Complesso ha invitato tutti coloro che intendano fruire della mensa di servizio a consegnare copia del green pass presso l’ufficio segreteria direttiva (per altro senza specificare il responsabile del trattamento e le procedure di conservazione della predetta documentazione). L’Avviso di servizio si allega in copia.
In ragione di quanto sopra esplicitato, si chiede di fornire parere in merito alla legittimità della procedura sotto il profilo della protezione dei dati personali.