CR Asti -problematicità persistenti presso la locale mensa Agenti Asti, a seguito di varie chiusure e riaperture a singhiozzo, per pseudo azioni di derattizzazione e sanificazione per continua presenza di ratti. Chiusura del 02.05.2021 per rilievo fotografico di un topo di notevoli dimensione.

La Segreteria Provinciale Si.N.A.P.Pe. è venuta a conoscenza a seguito di numerose lamentele poste dai propri iscritti e non, dell’ulteriore ed incresciosa vicenda venutasi a creare nel locale mensa a seguito dell’ennesimo ritrovamento di altro ratto vivo, nel locale ove il personale di civile e di Polizia usufruisce di Mensa Ordinaria di Servizio. O.S. Si.N.A.P.Pe. si fa portavoce di un gravissimo malessere di tutti i poliziotti ivi in servizio presso la Casa di Reclusione Asti,i quali hanno già da tempo esaurito qualsiasi espressione che denoti disgusto e stupore nel descrivere ennesimo avvistamento di tali pantegane libere di scorrazzare nei locali mensa. Il Si.N.A.P.Pe. è veramente preoccupato di quanto accaduto e continui ad accadere nonostante le rassicurazioni poste in essere dalla Direzione sugli interventi di derattizzazioni che a parere di chi scrive, sono apparsi quanto meno poco efficaci, alfine di ottenere una totale risoluzione della problematica evidenziata. Per cui O.S. Si.N.A.P.Pe. alfine di evitare una vera è propria emergenza sanitaria che potrebbe colpire lì’intera comunità penitenziaria astigiana e visto il proliferare di una colonia di ratti di grosse dimensioni, invita la Direzione a porre i doverosi correttivi di una vera e profonda derattizzazione e sanificazione di tutti i locali mensa e dei locali adiacenti, alfine di debellare totalmente il prolificare di tali colonie di ratti e scongiurare nuovamente che simili eventi possano ripetersi in futuro, visto che il datore di lavoro (Direttore) è il diretto responsabile per la legge 81/2008 sulla salubrità e sicurezza dei luoghi di lavoro. Per tanto si chiede alla Direzione ogni utile iniziativa rivolta alla risoluzione definitiva di tale problematica, suggerendo una derattizzazione profonda e non solo superficiale, cercando di deratizzare i luoghi più frequentati da questi animali per molti disgustosi, come cantine e cavò e se ciò non dovesse avvenire, questa O.S. Si.N.A.P.Pe. dopo aver informato gli Organi competenti
amministrativi, chiederà anche intervento e verifica degli organi sanitari all’uopo preposti, con idonea segnalazione alla Procura della Repubblica di Asti, N.A.S. aliquota Carabinieri competenti sulla salubrità, sicurezza ed igiene alimentare, informando anche gli Organi di stampa del persistente invasione di ratti che si avvistano e si annidano stabilmente nei locali mensa. O.S. Si.N.A.P.Pe. viste le ripetute chiusure e riaperture della locale mensa, chiede alla Direzione di verificare e corrispondere al personale avente diritto, il dovuto pagamento risarcitorio di buono pasto, per la mancata possibilità di usufruire di Mensa Ordinaria di Servizio, nelle giornate di chiusura a seguito di avvistamento di ratti e nelle giornate in cui le azioni di derattizzazione avrebbero dovuto risolvere il problema ma tali azioni di derattizzazione in maniera superficiale non hanno sanato la problematica persistente. O.S. Si.N.A.P.Pe chiede alla Direzione di conoscere il dato numerico delle giornate di chiusura della locale mensa e la successiva elargizione di buono pasto sostitutivo MOS per tutti gli aventi diritto. Per tale motivazione il Si.N.A.P.Pe. sentite le doglianza poste in essere dai propri iscritti e non, si pone ha tutela del personale di Polizia Penitenziaria, in servizio presso la CR ASTI 

CHIEDE
alla S.V. di porre ogni utile sforzo, ALFINE DI RIPRISTINARE CON LA MASSIMA URGENZA l’idoneità e la funzionalità totale della M.O.S. che ad oggi, potrebbe essere carente anche dei requisiti minimi di salubrità ed igiene sanitaria.