DISTRETTO EMILIA ROMAGNA – Disfunzioni servizio mensa

Egregio Provveditore,

numerose lamentele giungono a questa Organizzazione Sindacale da parte del personale di Polizia Penitenziaria operante presso gli Istituti del Distretto, in ordine alle gravi difficoltà riscontrate nel servizio mensa. Infatti, parrebbe che con frequenza i dipendenti della ditta appaltatrice del servizio si assentino per malattia ed in chiaro segno di protesta aderiscano a scioperi a causa del mancato accredito degli stipendi. A farne le spese è inevitabilmente il Personale degli istituti che quotidianamente risente una volta dell’assenza del cuoco, l’altra dell’inserviente e fruisce in tal modo di pasti approntati al momento o preparati all’esterno da una società che interviene a sopperire esclusivamente ad urgenti difficoltà della ditta; sono immaginabili le conseguenze ed i ritardi che una simile soluzione comporta nell’organizzazione del servizio d’istituto. E’ inammissibile che dopo ore vissute in un contesto già particolarmente complesso, il Personale anziché trascorrere un piacevole momento di ristoro è costretto ad affrontare ulteriori difficoltà durante la fruizione del pasto. Quanto accade, ormai già da troppo tempo, è insostenibile ed essendo venute meno le condizioni di fruibilità, si chiede alla S.V. di chiarire quali attività siano state poste in essere nei confronti della ditta appaltatrice per quelle che sembrano essere inosservanze contrattuali; nel contempo, attesa la mancata rispondenza del servizio all’esigenza degli istituti si chiede di voler procedere alla temporanea sospensione dello stesso e alla relativa corresponsione del buono-pasto agli aventi diritto. Certi della rilevanza che vorrà accordarsi alla presente richiesta, si resta in attesa di cortese quanto urgente riscontro.