EMERGENZA COVID-19 – Distribuzione strumenti di protezione – Richiesta delucidazioni

Egregi,
a seguito della nota dipartimentale m_dg-GDAP.11/03/2020.0083179.U con la quale si informava della consegna di n. 97.200 mascherine chirurgiche destinate agli Istituti, Scuole e Servizi dell’Amministrazione Penitenziaria, si chiede di specificare che tipo di mascherina sia in distribuzione.
Viene infatti riferito che in alcuni penitenziari siano state consegnate delle mascherine monouso praticamente di carta che, ben sappiamo, possono avere uno scopo igienico ma sono ben lontane dal proteggere anche minimamente da un eventuale trasmissione del virus.
Le mascherine chirurgiche, così come denominate nella nota de qua, dovrebbero essere dei dispositivi di protezione atti a ridurre i rischi di infezione; meglio ancora se dotate di filtri, considerato che questo modello è l’unico dispositivo in grado di dare una certa protezione anche dai virus. Come abbiamo ormai imparato tutti, l’efficacia filtrante viene indicata con sigle FF da P1 a P3. Le FFP2 e P3, che hanno un’efficacia filtrante rispettivamente del 92% e del 98%, sarebbero le più indicate per la protezione da virus.
Preso atto di ciò e considerate le violente reazioni che la paura del contagio ha portato in numerosi carceri italiani e che non è ancora sopita, si chiedono urgenti delucidazioni in merito.