EMERGENZA COVID-19 ED EMERGENZA CARCERI – Allertamento Comitato Nazionale Ordine e Sicurezza Pubblica

Ill.mo Presidente

Abbiamo avuto contezza della nota che nella giornata di ieri ha inteso diramare alle articolazioni territoriali dell’Amministrazione Penitenziaria ove, dopo un doveroso ringraziamento al personale che lavora negli Istituti (chiamato a gestire un’emergenza senza pari), affida messaggi volti a tenere alta la guardia in ragione del fatto che, seppur apparentemente sopita, l’emergenza carcere potrebbe registrare altri focolai sotto la cenere. Lette le sue parole, non possiamo non rivolgerle le stessa critiche che abbiamo già indirizzato al Ministro della Giustizia: i ringraziamenti non bastano in un momento di grande concitazione nel quale ad un personale già allo stremo delle forze vengono chiesti ulteriori sacrifici. La polizia penitenziaria ha bisogno di un aiuto concreto; richiesta che abbiamo anche indirizzato al Presidente del Consiglio dei Ministri chiedendo di disporre l’ausilio dell’Esercito nei servizi perimetrali al Carcere. Oggi, lette le sue parole, il timore torna a serpeggiare negli animi della Polizia Penitenziaria che si dice finanche pronta a forme di auto consegna per non far spegnere l’attenzione sullo stato emergenziale penitenziario. A questo punto crediamo sia doveroso che codesto Vertice informi il personale anche in relazione all’attività del Comitato Nazionale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Faccia comprendere se vi sono state convocazioni dell’organo collegiale e se è stato a questo richiesto di cinturare i penitenziari al fine di non lasciarsi trovare impreparati di fronte ad altri non scongiurabili disastrosi eventi.