II.PP. Parma – Trasporto enzimi ed ECG in ospedale

sinappe sindacato autonomo polizia penitenziaria

Facendo seguito alla nota della nostra Segreteria Provinciale di Parma, prot. n° 09/2020/SP-PR del 30/03/2020 avente pari oggetto, mai riscontrata dalla Direzione che legge per conoscenza, siamo a segnalarLe il perdurare della problematica relativa al trasporto di campioni biologici dei detenuti presso l’Ospedale Civile di Parma, da parte del personale di Polizia Penitenziaria anziché di quello sanitario come sempre assicurato in passato.

Come giustamente segnalato dalla nostra segreteria provinciale tale incombenza non rientra tra i compiti istituzionali del Corpo che non ha le competenze tecniche né gli strumenti necessari per maneggiare quanto innanzi menzionato.

Ribadiamo, come, a nostro avviso, distogliere unità di Polizia Penitenziaria dai propri compiti istituzionali , in un contesto di grave carenza di organico per assicurare i l trasporto di enzimi ed ECG in ospedale, sia rischioso per la salute dei lavoratori interessati e per la sicurezza dell’Istituto.

In ragione di quanto innanzi rappresentato, siamo a chiederLe di voler intercedere presso la Direzione di Parma affinché tale servizio torni ad essere assicurato, in via esclusiva, da personale sanitario specializzato, a meno che non si voglia avviare uno specifico corso di formazione riservato al personale di polizia Penitenziaria, finalizzato all’istituzione della figura di “agente biologo”, seguendo l’esempio di quanto avvenuto nel carcere di Asti, dove sarebbe stato organizzato un corso per “agente trattorista”.

In attesa di cortese riscontro, si porgono Distinti Saluti.