Nucleo Cittadino di Alessandria in enorme difficoltà – Comunicato congiunto

Egregio Sig. Provveditore,
il Nucleo Cittadino di Alessandria, come più volte Le è stato rappresentato, è letteralmente in “balia degli eventi”.
Dopo il trasferimento del Dirigente di Polizia Penitenziaria posto al suo Coordinamento, non risulta affatto semplice capire e comprendere chi ne sia al comando.

Gli agenti in servizio di subordine presso lo stesso nucleo hanno più volte rappresentato a queste OO.SS. di essere disorientati da questa situazione, poiché non hanno un vero e proprio riferimento e né, tantomeno, delle chiare direttive.

Non meno importante è la questione del mancato apporto/supporto del Nucleo Cittadino ai Reparti del circuito detentivo di Alessandria, posti in ginocchio dall’infelice e delicato periodo legato all’emergenza sanitaria del Covid19.

Pare, quindi, determinarsi una spiacevole condizione di non collaborazione
(apparentemente, peraltro, in contrasto rispetto delle disposizioni Ministeriale e Regionale), in un momento in cui la vicinanza ed il vicendevole aiuto rappresentano un valore aggiunto di coesione ed unità, fondamentali ed importanti per poter superare tutti insieme le notevoli difficoltà e i grandi disagi, ad ogni livello, di questa pandemia.

Invece di capire la straordinaria importanza di quanto detto e rendersi ancora più disponibili, gli uni verso gli altri, con senso di etica morale e vicina solidarietà professionale, sembrerebbe procedersi in una direzione opposta con la conseguenza che viene a mancare l’aiuto all’interno.

Ad esempio, capita di vedere impegnate diverse unità nella programmazione delle ormai quasi e ovviamente azzerate traduzioni oltre a personale comandato di servizio in posti che non paiono averne necessità (tipo supporto logistico+NTC) senza, quindi, il necessario apporto ai reparti.

Questa è la situazione del Nucleo di Alessandria, egregio signor provveditore, apparendo, sia consentito l’utilizzo del “detto popolare ” al solo fine di rendere l’idea, un vero e proprio “barcone in balia di sé stesso” alla luce della descritta profonda incertezza.

Per quanto sopra, Le chiediamo caldamente un suo urgentissimo intervento
affinché non solo adotti tutti gli opportuni ed urgenti provvedimenti, verificando condotte che appaiono connotate da noncuranza che recano danno a tutto il personale soprattutto in circostanze come quella attuale.

Certi di un suo interessamento cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti.