Nuovi sottosegretari al Ministero della Giustizia

Nominati gli onorevoli Anna MACINA e Francesco Paolo SISTO

Il neo Presidente del Consiglio del Ministri Mario Draghi ha rotto gli indugi sulla squadra dei sottosegretari. I rappresentanti delle forze politiche che sostengono il governo hanno presentato ieri l’elenco dei nomi. Si è proceduto alla nomina di 39 Sottosegretari.

Al palazzo di Via Arenula arrivano nella squadra del Neo Ministro Marta CARTABIA gli onorevoli Anna MACINA e Francesco Paolo SISTO.

Prezioso il curriculum dei neo eletti:

  • Anna MACINA, nata quarantotto anni fa a Bari: vanta una laurea in giurisprudenza con lode. La sua attività professionale è prevalentemente civilistica ma da sempre impegnata nel sociale e nelle lotte ambientali. La sua ascesa comincia in qualità di Fondatrice del gruppo locale del Movimento 5 Stelle a Erchie (BR) nel 2012. Nel 2015 candidata alle elezioni politiche come sindaco per Erchie con il movimento 5 Stelle ma non viene eletta. Alle elezioni del 2018 – presentata nella lista del M5S – viene eletta presso il Collegio uninominale di Brindisi ricoprendo l’incarico di capogruppo del MoVimento per la Commissione Affari Costituzionali della Camera. A partire dal 18 aprile 2018 è inserita nella Giunta per il regolamento. Dal 21 giugno del 2018 è anche membro nella I Commissione affari Costituzionali della Presidenza del Consiglio degli Interni.
  • Francesco Paolo SISTO, nato a Bari il 27 aprile del 1955 vanta anch’egli una laurea in giurisprudenza. Procuratore legale dal 1981 e avvocato dal 1987 presso lo studio paterno, dopo una breve esperienza di professore a contratto presso la facoltà di Economia dell’Università di Bari dal 1994 è professore titolare della cattedra di sicurezza e salute del lavoro presso il Politecnico di Bari. Nel 2004 viene nominato consulente della Commissione parlamentare antimafia. Candidato per il Popolo della Libertà nella Circoscrizione Puglia alle elezioni politiche del 2008, è eletto deputato ed entra a far parte della Commissione Giustizia, della Commissione Antimafia e della giunta delle autorizzazioni, di cui è prima segretario e dal 2011 vicepresidente. Ricandidato alle elezioni politiche del 2013 nella stessa circoscrizione viene confermato deputato e viene eletto Presidente della I Commissione Affari Costituzionali della Camera. Passa, nello stesso anno, tra la file di Forza Italia. Dal 2013 al 2018 ha fatto parte della Commissione Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni mentre dal 2014 al 2018 è stato membro della Commissione Parlamentare di inchiesta sul Rapimento e sulla morte di Aldo Moro.

Molteplici incarichi per personalità che hanno sicuramente competenze eccellenti da spendere presso il nostro Ministero.

Nel porgere i migliori auguri di buon lavoro ai neonominati, in attesa di conoscere gli ambiti di competenza che verranno assegnati tramite apposite deleghe, il Si.N.A.P.Pe auspica a breve un momento di confronto progettuale sui temi penitenziari .

L’Ufficio Stampa Si.N.A.P.Pe