P.R.A.P. Milano – Assegnazione irregolare di un sovraintendente in qualità di vice coordinatore del N.O. – Richiesta rimozione e indizione interpello

corsi, concorsi, poliziaa penitenziaria, sinappe

Gentile Sig. Provveditore,
la scrivente Segreteria Sindacale, su segnalazione del Personale di Polizia operante presso il territorio della Regione Lombardia, intende portare all’attenzione della S.V. la questione relativa all’assegnazione impropria di un Sovrintendente di Polizia Penitenziaria presso il Nucleo Operativo Regionale.

Premesso che, da quanto appreso, l’unità in argomento è stata assegnata presso il N.O.R. in qualità di Vice Coordinatore della suddetta struttura in virtù di un interpello emanato nell’anno 2018, e pertanto, a nostro modesto parere, non più legittimo, poiché in palese contrasto con quanto concordato tra le OO.SS. e l’Amministrazione (violazione delle pari opportunità nel lavoro e nello sviluppo professionale). La predetta condizione, infatti, rappresenta anche una notevole disparità trattamentale con chi vorrebbe avere l’opportunità di svolgere tale ambito compito.

Per quanto sopraesposto, si invita la S.V. a voler procedere con sollecitudine ad indire apposito interpello per l’assegnazione del personale presso il posto di servizio in questione affinché venga ripristinato un giusto stato di diritto che assicuri pari opportunità di trattamento nei confronti di tutti i poliziotti che ambiscono a ricoprire tale compito.

Certi che la S.V. vorrà mostrare come sempre la dovuta attenzione verso le esigenze del personale di polizia penitenziaria, sicuri che voglia essere garante dei diritti di tutti i Poliziotti senza determinare, forse anche inconsciamente, odiose condizioni che possono essere lette come “favoritismi”, attendendo un cortese e positivo riscontro, si coglie occasione per porgere deferenti saluti.