PRAP Lombardia – Richiesta chiarimenti sul mancato pagamento del lavoro straordinario

Esimio Provveditore,
sono pervenute allo scrivente, diverse lagnanze da parte degli iscritti a questa O.S. sul mancato pagamento per il servizio di vigilanza effettuato durante gli esami di abilitazione alla professione forense nel 2017 e del servizio di ordine pubblico effettuato durante i seggi elettorali nel 2019, emolumenti relativi al lavoro straordinario e all’indennità di ordine pubblico fuori sede.

Alla data odierna, purtroppo per motivi ancora sconosciuti, ma indubbiamente riferibili a precise responsabilità dell’Amministrazione Penitenziaria, tale personale sta subendo una ingiustificata sperequazione rispetto ad omologhi del Corpo e delle altre Forze che hanno già da molto tempo percepito il dovuto, oltre a subire anche un danno economico non indifferente.

Tale assurda situazione, rischia di assumere i contorni di un fatto intollerabile, quanto inaccettabile, il Personale di Polizia Penitenziaria, infatti, a fronte degli enormi sacrifici che compie quotidianamente, non può vedersi negare gli emolumenti spettanti. E’ bene chiarire, che ciascun lavoratore, deve far fronte a incombenze economiche di varia natura, dalla scadenza mensile pressante, che investono la sfera personale e familiare.

In considerazione della gravità della situazione che vede leso il diritto del lavoratore ad essere remunerato per l’attività lavorativa svolta, questa Segreteria Nazionale, si trova costretta pertanto, a pretendere un Suo formale, immediato chiarimento, in ordine alla questione sollevata, onde assicurare il puntuale riconoscimento delle spettanze economiche dovute.

In attesa di riscontro e comunicazioni sulla mancata erogazione e sulle ragioni del contrattempo, con l’occasione si porgono deferenti saluti.