Provvedimenti di distacco a favore del DAP – Direzione Generale dei detenuti

Ill.mi Presidenti

Facendo seguito alla nota di questa Segreteria Generale n.2716 con la quale si sollevavano una serie di dubbi in relazioni alle movimentazioni che si stanno registrando in entrata verso il DAP (in quel caso si trattava del Servizio Informatico Penitenziario) spiace segnalare come si stiano continuando ad affastellare provvedimenti la cui logica sfugge ad una analisi immediata alla luce delle regole che disciplinano la materia de qua. Dalle segnalazioni che giungono presso i nostri Uffici, pare che si stiano adottando provvedimenti di distacco di personale appartenente al ruolo ispettori, da destinare alla Direzione Generale dei Detenuti e del Trattamento. Specificando in premessa che il DAP, a seguito di stabilizzazione del personale presso le sedi extra-menia, conta nel ruolo ispettori una forza presente eccedente rispetto alla pianta organica, si deve altresì obiettare che negli ultimi mesi sono state ben due le procedure di interpello(27 febbraio e 10 aprile) indette per il reperimento di personale da impiegare nella DG Detenuti e Trattamento per un totale di 6 unità, ma di queste una sola posizione era destinata alla qualifica degli ispettori (o meglio, stando al testo dell’interpello, riservato agli appartenenti al ruolo ispettori con il grado di “ispettore capo”).
Considerato che, ove confermata la notizia di cui sopra dell’assunzione di provvedimenti di distacco in entrata presso il DAP che non siano aderenti alle procedure di mobilità, si produrrebbe proprio ad opera degli Uffici Centrali la violazione degli accordi in essere e considerato che detti provvedimenti andrebbero a detrimento del funzionamento delle strutture periferiche in cui è sensibile la carenza nel ruolo degli ispettori (si pensi a tutte quelle ipotesi in cui la sorveglianza generale viene affidata agli appartenenti al ruolo di base), si vogliano fornire dettagliante informazioni al riguardo degli adottandi e/o adottati provvedimenti di mobilità in entrata presso il DAP anche in relazione ai confini dettati dalla pianta organica divisa per ruolo.