RINNOVO CONTRATTO: AGGIORNAMENTO SUI LAVORI TECNICI

Come anticipato nel corso dell’incontro con i Ministri competenti, proseguono sotto la guida del dott. Talamo gli incontri tecnici per la stesura del nuovo contratto del comparto.
Mentre nell’incontro di inizio settimana, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, non si son fatti sostanziali passi in avanti, nell’incontro odierno lo slancio è stato quello di individuazione di una metodologia di lavoro che consenta un’analisi del documento pattizio teso al suo sostanziale aggiornamento anche sotto il profilo normativo, con un occhio attento alle evoluzioni che ci sono state negli ultimi anni; pensiamo esemplificativamente al congedo parentale.
In maniera molto pragmatica il Si.N.A.P.Pe ha richiesto agli interlocutori amministrativi chiarezza in relazione ai costi!
Le modifiche dell’articolato non si compiono senza appostamenti economici e prima ancora di “innamorarsi” di idee innovative – alla luce degli stanziamenti che ad oggi son certi e senza fare i conti su quello che riusciremo ad ottenere con la prossima legge di bilancio – è necessario che si analizzi l’impatto di ogni singola previsione al fine di non svuotare di senso e contenuto anche l’adeguamento delle indennità.
Non si è potuto non ribadire nel corso dell’incontro come continuino a sussistere dei disequilibri economici discendenti dalla cattiva prassi di distribuzione delle risorse fra i vari Corpo per masse salariali e non per teste, circostanza che vede assolutamente penalizzata la Polizia Penitenziaria che si ritrova con un FESI nettamente più basso rispetto alle consorelle.
Ancora una volta si è ribadita la necessità di allineare anche le interpretazioni delle singole discipline giuridiche: vedasi lo squilibrio che c’è fra polizia penitenziaria e polizia di stato in tema di visite fiscali.
I lavori riprenderanno dopo la pausa estiva, presumibilmente ad inizio settembre

LA SEGRETERIA GENERALE SiNAPPe