Servizio stradale del Corpo di Polizia Penitenziaria – Sollecito

Lo scorso 16 settembre (con nota 6496 che per facilità di lettura si allega in copia) questa Segreteria Generale investiva codesta autorità di una questione delicata legata alla sorte del personale di Polizia Penitenziaria che, in aderenza alle previsioni normative di cui all’art.21, co.1 lett. F) bis del Codice della Strada, rientra tra coloro cui spetta l’esecuzione dei compiti di polizia stradale.
In detta nota si lamentava il fatto che il software centrale di gestione dati, allocato presso il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, non stesse funzionando causa mancato suo aggiornamento dal primo gennaio c.a. Ciò causa l’impossibilità di stilare alcun verbale ovvero contestare alcuna violazione del Codice della Strada, oltre che determinare un notevole mancato introito per le casse dell’Erario.
Pertanto, considerata l’importanza dell’argomento trattato, si chiede a codesto spettabile Ministro un personale interessamento per una pronta soluzione della problematica.